Boton-Merlet

Boton-Merlet

Boton-Merlet è stata fondata a Moncoutant, nell’ovest della Francia, non molto tempo dopo la Seconda guerra mondiale. Nel corso degli anni, le attività dell’azienda sono evolute fino a raggiungere un connubio tra produzione di macchine e fornitura. Oggi, Boton-Merlet produce miscelatori industriali utilizzati nel settore agricolo. Inoltre, in qualità di fornitore, offre i suoi servizi in una vasta gamma di attività meccaniche: saldatura meccanizzata, progettazione 3D, taglio, lavorazione, piegatura, saldatura e assemblaggio.

Da anni l'automazione si è affermata in Boton-Merlet, fino all’acquisto del primo robot per il reparto di lavorazione nel 2019. E per un motivo molto speciale.

Patrice Labaeye, il titolare, ha dichiarato: “In realtà è molto semplice. In ragione dei numerosi lavori da realizzare, ci siamo trovati costretti ad aumentare la produzione al tornio. Il problema è che semplicemente non avevamo lo spazio fisico per installare una seconda macchina. La soluzione era dunque ovvia: automatizzando la macchina, teoricamente saremmo stati in grado di aumentare la produzione a 24 ore al giorno. Il risultato è stato più che soddisfacente, evitandoci di acquistare una seconda macchina.

Certamente vi sto raccontando tutto ciò in modo molto breve e conciso, ma l’intera storia è un po’ più lunga. Due o tre anni fa ho cominciato a pensarci, e attraverso Mazak sono entrato in contatto con RoboJob. Mi hanno detto: “Se vuoi un robot che funzioni veramente, devi comprare un RoboJob.” Ho anche notato che RoboJob aveva già automatizzato molte macchine Mazak, sia macchine già esistenti, sia nuove. La Mazak che abbiamo qui aveva già 3 anni, ma questo si è rivelato non essere affatto un problema.

Abbiamo optato per un Turn-Assist 200i con un robot da 20 kg. È un’unità di automazione estremamente compatta, proprio come serviva a noi. Nell'aprile del 2019 abbiamo così automatizzato la nostra Mazak QT SMART 200ML/1000. L’installazione è stata completata in una settimana, ed è stata anche fornita una giornata di formazione. Ovviamente i nostri operatori conoscevano l’automazione degli altri reparti, ma questa era per loro una vera e propria novità. Tuttavia, si sono abituati molto velocemente. Da quel momento possono anche ricevere supporto dal reparto assistenza di RoboJob, ed è un bell’aiuto. Una giornata di formazione è sufficiente per cominciare ma, se necessario, è possibile continuare a ricevere supporto da RoboJob.

Ora che stiamo utilizzando il Turn-Assist da più di sei mesi, stiamo vedendo che continuità e affidabilità di un tale sistema di automazione sono particolarmente importanti. Non è tanto la velocità del robot ad essere importante, ma che esso rimanga stabile ed affidabile in ogni ora del giorno. E con RoboJob, è proprio quel che accade!

Per coincidenza, l’operatore di questo tornio Mazak ha lasciato l'azienda a giugno. Abbiamo deciso di non sostituirlo e stiamo riuscendo a far funzionare la macchina per più ore al giorno che con l’operatore. Adesso un collega imposta la macchina e si assicura che il robot possa funzionare. Trattiamo i lotti più grandi di notte, ed è allora che il robot continua a operare per 10 ore di fila. Questo è molto più importante della velocità del robot. Ovviamente utilizziamo il robot il più possibile, sia durante il giorno, sia di notte. Devo dire che è andata meglio di quanto ci aspettassimo: la capacità produttiva del nostro tornio è aumentata significativamente, mentre i costi sono diminuiti. È una bella storia, no?”

Storie di successo dei nostri clienti

  • Quadrant
    Tielt
    Quadrant

    "Laddove è possibile, i lavori ripetitivi, che senza automazione sarebbero destinati agli operatori CNC, sono presi in carico dal sistema RoboJob. "

  • Manfred Zaiser GmbH
    Talheim
    Manfred Zaiser GmbH

    "L’automazione è importante per noi perché ci permette di ottenere maggiori risultati dalle nostre macchine."

Consulenza personale?